Cassettiere per farmacia, cassetti per ottica

Liberalizzazione farmacie
5 marzo, 2012 | Blog | 0 Comments

In data 22 marzo la Camera si è espressa in favore delle liberalizzazioni con 365 voti a favore

Il decreto delle liberalizzazioni è entrato in vigore dal 22 marzo 2012 con 365 voci a favore, 61 contrari e 6 astenuti. L’articolo 11 dedicato alle farmacie prevede i seguenti cambiamenti:

  • Variazione del quorum. E’ previsto un quorum di una farmacia ogni 3.300 abitanti. Il numero di farmacie per ciascun Comune è sottoposto a revisione entro il mese di   dicembre di ogni anno in base alle rilevazioni Istat sulla popolazione residente. 
  • Istituzione di sedi farmaceutiche in porti, aeroporti, stazioni e aree di servizio. Le Regioni possono decidere di aprire nuove sedi entro il limite del 5% delle sedi esistenti, nelle seguenti località: stazioni ferroviarie, aeroporti civili a traffico internazionale, stazioni marittime, aree di servizio autostradali ad alta intensità di traffico, centri commerciali e grandi strutture di vendita.
  • Turni, orari e scontiI turni e gli orari stabilità dalla normativa vigente non impediscono l’apertura della farmacia in orari diversi da quelli obbligatori. Le farmacie possono praticare sconti sui prezzi di tutti i tipi di farmaci e prodotti venduti pagati direttamente dai clienti, dandone adeguata informazione alla clientela.
  • Gestione ereditaria. L’erede, qualora non sia in possesso dei requisiti richiesti ha tempo sei mesi dalla morte dalla presentazione della dichiarazione di successione.
  • Farmaci equivalenti e confezioni monodose. Il farmacista sarà tenuto a sostituire la specialità medicinale con l’equivalente a prezzo più basso a meno che il medico non abbia espressamente   indicato nella ricetta la non sostituibilità, salvo diversa richiesta del paziente.
  • Parafarmacie. Abolita la soglia prevista dal decreto Salva Italia che prevedeva i 12.500 abitanti quale limite per l’apertura di parafarmacie.
  • Farmaci veterinari con ricetta e senza ricetta nelle parafarmacie. Le parafarmacie potranno vendere i medicinali veterinari, sia quelli senza ricetta che quelli con obbligo di ricetta medica.
  • Preparazioni galeniche in parafarmacia. Sulla base dei requisiti previsti dalla legge, le parafarmacie possono allestire preparazioni galeniche officinali che non prevedono la presentazione di ricetta medica, anche in multipli, in base a quanto previsto nella farmacopea ufficiale italiana ed europea.
  • Personale nelle farmacie in base al fatturato. Saranno fissati in sede di rinnovo dell’Accordo collettivo nazionale con le organizzazioni sindacali di categoria, in base al fatturato, la dotazione minima di personale che la farmacia deve disporre ai fini del mantenimento della convenzione con il Ssn. • Titolarità fino all’età requisito per la pensioneLa direzione della farmacia può essere mantenuta fino al raggiungimento del requisito di età pensionabile da parte del farmacista iscritto all’albo professionale.

Per maggiori informazioni consulta il decreto ministeriale.

0 Comments


Would you like to share your thoughts?

Would you like to share your thoughts?

Lascia una risposta